loader image
Seleziona una pagina

COME DIMENTICARE UNA PERSONA

e ricominciare la tua vita alla grande

Iscriviti oggi al corso multimediale di 8 settimane e intraprendi il tuo viaggio verso serenità, gioia e amore.

10 strategie per ritrovare la tua autostima

Attenzione, se anche tu non riesci a “staccarti” dal ricordo di una storia finita e fatichi con dolore a procedere nella tua esistenza, qui c’è qualcosa di davvero importante per te studiato sui tuoi bisogni specifici.

Continua a leggere!

Questa lettera può finalmente dare una svolta alla tua vita! 😊

Quanti giorni, mesi e anni una donna perde mediamente a piangere su un amore finito?!?

Per te lo hai mai calcolato?

Hai calcolato quanti momenti di piacere ti sei persa per questo?!?

Se davvero vuoi dimenticare un uomo e ritrovare la tua forza vitale da investire anche in un nuovo amore, allora questo messaggio è dedicato a te e non puoi perderlo per nessuna ragione al mondo!

Seguimi, mentre ti spiego la mia idea!

RULLO DI TAMBURI!

Ecco a te, finalmente, il primo e unico percorso, totalmente inedito (e introvabile altrove), completamente innovativo e chiaramente definitivo per liberarti per sempre, con facilità e divertimento dalle zavorre, dai ricordi e dai cocci di una relazione interrotta, “rotta” che ti ha spezzato il cuore, e per iniziare una vita nuova.

Una vita nuova densa di esperienze appaganti, soprattutto in campo sentimentale

…da oggi e per una volta per sempre puoi scoprire come dopo la fine di una relazione importante è possibile vivere una vita gratificante, bella e divertente.

Piena di amore e sensualità!

Come dimenticare una persona e ricominciare una vita alla grande.

Il tuo viaggio verso serenità, gioia e amore.

Questo obiettivo lo puoi raggiungere attraverso una via semplice, indolore e che ti arricchisce come donna e come persona.

Si tratta di un percorso che si dipana sempre sotto la mia guida e con il mio accompagnamento, riservato a un gruppo ristretto di persone, convinte di meritarsi davvero una vita completa e una realizzazione piena.

Non ci credi?

Sai che domande e dubbi come questi me li sono posti anch’io parecchie volte, quando, alla fine di due relazioni importanti mi ero convinta che non solo le relazioni si erano “rotte” e insieme a loro il meglio che poteva offrirmi l’esistenza.

Il fatto più grave è che anch’io mi sentivo rotta, dentro e fuori.

Il mio cuore era spezzato.

Chi ha provato una sensazione del genere sa che è proprio nella zona del cuore e nel cuore che sentiamo il dolore di un amore finito.

Ma anche il mio corpo era spezzato.

La prima volta che mi capitò avevo solo 21 anni e un terribile dolore alla schiena e alle gambe, tanto da non riuscire a camminare e ovviamente il classico nodo allo stomaco che mi rendeva quasi impossibile mangiare e difficile bere.

Eppure ce l’ho fatta, sono tornata alla mia vita e l’ho vissuta, tra studi, lavoro, viaggi, divertimenti e tempo trascorso con gli amici.

Oltre all’incontro con altri “morosi”.

Come ho fatto? Allora non lo sapevo ma ora lo so.

Certo, di acqua sotto i ponti ne è passata molta…

Mi è capitato una seconda volta, e la batosta è stata ancora più violenta, perché erano passati ben più di vent’anni da allora e la storia in sé era durata diciassette anni.

È stato allora che ho cambiato la mia vita, mi sono messa di buzzo buono a capire che cosa “serve” davvero per uscire dalle sabbie mobili di una storia finita.

Non solo, in quel periodo, proprio per aiutarmi nella mia rinascita ho dato vita al blog lapersonagiusta.com

Inutile dire che attraverso il blog condivido – anche se non lo dico espressamente – molto di quella che è stata la mia esperienza personale.

Epperò ci sono storie che non smettono di sorprendermi.

Come per esempio quella di Susanna (è un nome inventato per proteggere la vera identità della persona), una mia cliente di coaching che si è rivolta a me quando aveva 71 anni.

Figli fuori di casa e autonomi, Susanna è già nonna da tempo.

Aveva un marito al quale lei era legatissima e, che, fino ad allora sembrava donarle amore e affetto con dedizione. Erano sposati da quasi 50 anni. Pensa un po’….

Erano saliti entrambi in una cittadina del Nord Ovest del Piemonte, lei dalla Campania, lui dal Lazio e si erano conosciuti mentre facevano la “stagione” come camerieri in montagna.

Un matrimonio d’amore. Filato liscio per decenni.

Fino all’amara sorpresa.

Il marito di Susanna a un certo punto è diventato ossessionato dai siti di incontri online, sui quali faceva il “marpione virtuale”.

Solo che a un certo punto, da virtuale è passato a reale e, come nella più classica e squallida delle vicende, si è messo con una ragazza più giovane, lasciando Susanna da sola, da un giorno all’altro.

Le ha lasciato la casa, ci mancherebbe, ma le ha lasciato anche una vita che si è stritolata fra le sue mani.

Susanna a quel punto, alla ricerca letteralmente disperata di soluzioni, si è imbattuta “per caso” nel mio sito e ha cominciato a leggere alcuni articoli sul blog.

Quando si è convinta che qui si faceva sul serio e si ottenevano risultati, si è rivolta direttamente a me e io ho deciso, d’accordo con lei, che la cosa migliore da fare fosse  condividere con lei la mia esperienza e soprattutto tutti gli strumenti che io avevo sperimentato utilmente su di me.

Su di me, con un po’ di fatica, attraverso tentativi ed errori e poi nuovi tentativi!

Con Susanna, dopo tanta sperimentazione su di me, è stato più facile.

E ci siamo riuscite!

Lo sai già bene di tuo, è inutile che te lo nasconda

 

Susanna ha superato il trauma e ha trovato un nuovo compagno con il quale ha scelto di condividere un amore autentico, ma non di convivere.

Si ospitano a turno uno a casa dell’altro e trascorrono week end e vacanze insieme.

Intanto Susanna riesce a dedicarsi ai propri figli, a stare un pomeriggio alla settimana con i nipoti, a stare con le amiche e a migliorare in uno di quello che è uno dei suoi grandi hobby oltre che una grande passione.

Il recupero dei mobili “vecchi” con la tecnica dello shabby chic.

Tutte attività alle quali non riusciva a dedicarsi né durante il suo matrimonio, né nei mesi dopo la fine.

E non per mancanza di tempo o di interesse, ma per mancanza di voglia di vivere, di fiducia in se stessa e per un sentimento costante che tutto le pesasse troppo o fosse inutile.

Erano gli effetti degli ultimi terribili mesi del suo matrimonio e poi di una separazione tanto dolorosa.

Susanna dopo il suo percorso di rinascita si è costruita una vita su misura.

Le scelte sono scelte e su quelle non si discute, soprattutto se danno serenità e pace, sia a una persona che è temporaneamente sola, sia a una persona che sperimenta una bella vita di coppia.

 

Susanna ha raggiunto anche una sua indipendenza personale, insieme a un amore vero e pieno.

 

Bene, scopri anche tu

Come dimenticare una persona e ricominciare una vita alla grande.

Il tuo viaggio verso serenità, gioia e amore.

 

Non tutti siamo come Susanna.

Tra chi mi legge so benissimo che ci sono in media persone ben più giovani, che magari non hanno finito un matrimonio, ma hanno dovuto dire addio a una storia comunque importante, forse più di un matrimonio.

Ci sono persone che hanno figli e ben più piccoli di quelli di Susanna. E magari hanno, a differenza di Susanna, complicate liti in tribunale.

E ci sono persone che devono farsi una ragione di un amore mai vissuto per davvero al cento per cento.

Poi ci sono donne che sono perseguitate dai loro ex con minacce di vario tipo o continue azioni legali.

O donne che escono da storie con uomini abusanti.

Per loro la via al recupero è più difficile, ma anche più trionfante.

Quello che accomuna tutte queste donne, tutte queste persone – Susanna inclusa, prima di diventare la protagonista del suo percorso di rinascita – è il senso di sconfitta e di mancanza di prospettive future per la propria vita.

Ho citato la storia di Susanna perché, benché l’età di una persona conti ben poco, Susanna è un esempio di forza e di riuscita per tutte, una garanzia.

L’esempio di Susanna è forte.

Una volta che è approdata sul mio blog, dopo aver letto un po’ di articoli, ha deciso di contattarmi e in poche settimane ha fatto suo un percorso che io avevo fatto prima di lei, ma non avevo mai messo in pratica con altre persone.

E in quelle poche settimane ha assunto tutte le convinzioni, gli atteggiamenti mentali e i comportamenti utili per uscire dalla sua situazione di disperazione e di solitudine, di stasi, di sofferenza “mummificante”, della fine di una relazione, per mettersi in movimento.

Ora il percorso fatto di persona e a livello individuale con me da Susanna – e da almeno altre 103 clienti di coaching negli anni – è diventato questo percorso multimediale, che sarà sempre disponibile per te nella tua area riservata.

Ti darà gli strumenti, la motivazione e la “traccia” da seguire per uscire dal dolore e ritrovare la tua serenità.

La fine di una storia non è una “sfiga”, come molti credono.

È una situazione che può verificarsi e che va affrontata nel modo e con gli strumenti giusti.

Non è una disgrazia. Non è una malattia.

È una questione che si può risolvere con la giusta “cassetta degli attrezzi a disposizione.

Ed è per questo che ho creato il percorso avanzato Come dimenticare una persona e ricominciare una vita alla grande. Il tuo viaggio verso serenità e gioia 

Che cosa lo rende particolare?

 

Sono abbastanza certa che sia un percorso unico in Italia e forse non solo in Italia.

Intanto lo rende particolare il fatto che esista, che qualcuno abbia messo le proprie esperienze, i propri studi e la propria esperienza personale per la “cura” di una fase molto comune, dolorosa e in cui di solito si è molto soli.

Non ci sono specialisti di nessun tipo che mettono a disposizione una conoscenza così specifica e in un percorso disponibile online.

Più unico di così? 

Non c’è nulla di comparabile che si possa trovare nel nostro paese.

Poi lo rende particolare il fatto che sia multimediale, cioè fruibile su molti mezzi, anche se ti basta anche solo lo smartphone per seguirlo!

È composto da video, audio, materiale di supporto su file pdf che puoi usare per tracciare i tuoi progressi, una serie studiata di email scandite durante i giorni della settimana e perfino le tracce di un diario da seguire passo passo per prendere nota in modo efficace delle tue riflessioni e dei tuoi progressi.

Le email, gli audio, i video, i supporti pdf verranno messi a tua disposizione sotto forma di moduli, uno alla settimana, per 8 settimane.

Questo ti permette di mantenere alta la tua motivazione e di assorbire le tue nuove scoperte in modo graduale, rendendo il tuo percorso di consapevolezza e di rinascita più agile e lieve per te.

E per questo più efficace.

Inoltre, per rendere tutto ancora più di impatto e allo stesso tempo leggero c’è un gruppo Facebook chiuso, nel quale potremmo entrare solo tu, io e le altre partecipanti, per fare domande (io ne faccio tantissime!) chiedere chiarimenti e contribuire con la propria esperienza personale e di partecipanti al percorso.

Quindi riepiloghiamo…

COME DIMENTICARE UNA PERSONA E

RICOMINCIARE UNA VITA ALLA GRANDE

Il tuo viaggio verso serenità, gioia e amore

Con la partecipazione al corso avrai:

  • 1 Video alla settimana della durata di circa un’ora o più che potrai vedere in totale privacy quando vuoi nella tua area riservata
  • 1 audio alla settimana della durata di circa un’ora o più che potrai scaricare sul tuo smartphone e ascoltare quando vuoi, anche quando passeggi, corri, fai attività fisica o sei sul treno
  • 2 email alla settimana che rimarranno sempre a te e puoi leggere anche dal tuo smartphone o stampare e, se vuoi attaccare, sul frigo e sullo specchio del bagno.
  • 1 riepilogo del percorso svolto ogni fine settimana

Vario materiale di supporto su pdf studiato su misura per le partecipanti passo passo durante il percorso.

Anche questo puoi scaricarlo, stamparlo, usarlo per le tue esplorazioni personali

La traccia completa per stendere il tuo “diario di viaggio” attraverso ciascun modulo e lungo tutto il percorso. Anche questa puoi leggerla dal tuo smartphone o stamparla e portarla sempre con te.

L’accesso esclusivo al gruppo riservato su Facebook dove potrai trovare il sunto di quanto accaduto nella settimana e le considerazioni delle altre partecipanti, oltre al loro supporto.

Ehi, se vuoi puoi anche dare il tuo contributo supportando a tua volta le altre partecipanti!

(Ti devo rivelare un segreto che non ho ancora mai rivelato a nessuno: quando apro un gruppo riservato su Facebook devo regolarmente fronteggiare l’assalto di persone “estranee” che vogliono entrare senza averne diritto. Si vede che i nostri gruppi sono molto appetibili. Ma mi dispiace per chi non è corsista. Se non lo sei rimani fuori…)

Insomma, avrai tutto quello che ti serve per fare tuoi gli strumenti emotivi, mentali, razionali e pratici che ti servono per uscire dal “letargo” di una storia finita e rinascere alla primavera della tua esistenza, qualsiasi sia la tua età, e alla bella estate di un grande amore duraturo.

Ecco a che cosa avrai accesso acquistando l’intero percorso

“Sì, ok Ilaria, tutto bello e interessante, ma che cosa contiene in dettaglio questo corso che a te entusiasma tanto?”

Hai ragione, va bene, andiamo nel dettaglio.

 

10 strategie per ritrovare la tua autostima

MODULO 1: Comprendi il trauma della fine di una storia. La tua presa di consapevolezza.

La fine di una storia o l’abbandono sono lutti e traumi.

Quali sono le sensazioni dopo la fine di un amore, una separazione o un amore non corrisposto.

I primi tempi. Accettare e convivere con il dolore.

Perché provi quello che provi?

Comprendi che cosa ti sta succedendo e perché, senza vergognartene e senza fartene una colpa.

Accetta la sindrome “nessun altro mi vorrà più!”

MODULO 2: La fine di un amore e gli insegnamenti da fare tuoi

Il peso del sentimento ferito e il dolore del cuore spezzato. Scopri perché tutto il male NON viene per nuocere.

“Sono ancora innamorata di lui, non sono io che ho deciso di lasciarlo”: che cosa fare in questo caso.

Sono ancora innamorata di lui anche se sono io che ho deciso di lasciarlo: che cosa fare in questo caso.

Perché puoi sentire forte la sensazione: “non troverò mai più nessuno come lui” e come superarla.

Anche se ancora non ci credi la fine di una storia è un’opportunità. Soprattutto se si trattava di una storia sbagliata.

MODULO 3: La risalita. Decidere di stare di nuovo bene e ricominciare al meglio del meglio

Una domanda complicata 😊: “Sei sicura di voler dimenticare o lasciare andare e di ricominciare?” (Ti aiuterò a comprenderti, a volerti bene in ogni caso e ad andare oltre)

La fine di una storia importante è molto dolorosa, ma non è la fine della vita. Un’idea che diventerà tua e che ti darà la carica.

Affrontiamo gli ostacoli interiori, quelli della tua emotività. Ad esempio: “Ho paura ad affrontare il mondo là fuori, il giudizio della mia famiglia e degli altri, il giudizio dei miei figli, le umiliazioni di cause e di burocrazie, le vendette di lui, il fatto che lui possa rifarsi una vita.”

Distruggere le convinzioni distruttive del tipo: “Sono colpevole, mi sento brutta, non credo in me stessa”.

MODULO 4: Le resistenze naturali a lasciare andare il passato e le storie passate

Come affrontare la “paura” e la nuova vita con gli amici in comune, i famigliari, magari i figli e i colleghi in comune.

Come gestire il rapporto con l’ex e il perché ogni situazione richiede un atteggiamento diverso.

Superare le emozioni negative e colpevolizzanti legate all’”aver amato troppo, essersi data troppo, non avere capito in tempo”.

Superare ogni tipo di senso di colpa.

Gestire, accettare, convivere nel bene e con positività i ricordi e la nostalgia.

MODULO 5: Trovare equilibrio nella nuova condizione

La vita è cambiamento e può essere evoluzione. È una ricerca continua di equilibrio. Rendiamo vincente questa ricerca.

Come instaurare abitudini di vita e routine quotidiane facciano trovare un nuovo equilibrio in modo facile e veloce, per andare oltre il “sopravvivere” e verso lo “sbocciare”, in tutti gli ambiti, anche in amore.

Vincere la paura del cambiamento e trasformarla in entusiasmo per la novità.

MODULO 6: Uscire dal lutto e superare il trauma

Andare oltre la convinzione di non avere una prospettiva di vita e superare il pensiero costante

“Non solo non ho più il nostro passato, ma non ho neanche più il futuro che avevamo immaginato insieme”

Come trovare fiducia nella vita e nell’amore futuro ripartendo da te

Rovesciare una volta per tutte la convinzione che la fine di un amore sia la fine di ogni opportunità.

Le nostre vite possono contenere tanti amori e anche tutti ricchi e gratificanti.

Sono esperienze che si assommano in positivo.

Spezzare definitivamente la catena delle storie sbagliate.

Modulo 7: La gioia di (ri)trovare sicurezza in te stessa

Ogni lutto e ogni trauma ci lascia un “dono”. Scopriamo quello che ha lasciato a te.

Una perdita è di fatto un arricchimento (capitolo scioccante!!!)

Avere di nuovo fiducia in te stessa, nel tuo fascino, nelle tue possibilità a tutto tondo, adesso è molto più facile di quanto tu abbia mai pensato.

MODULO 8: La tua rinascita grazie a te e alle tue risorse

Lascia andare la rabbia nei tuoi confronti e scopri il vero valore della gentilezza nei tuoi confronti

Esci dalla tua “zona di comfort”, accetta sfide che puoi vincere e prendi il controllo della tua vita.

Lascia andare la paura del successo, sboccia e fiorisci nella professione, nella famiglia, con gli amici e… con un nuovo amore.

Riepilogo degli strumenti utili che adesso hai per stare bene con te stessa e, se vuoi, con un’altra persona,

Qualche considerazione per te…

Sono quasi 15 anni che mi occupo di accompagnare e soprattutto sostenere le donne attraverso le loro crisi personali, in particolare sentimentali, e guidarle attraverso il percorso più facile e veloce per riacquistare la pienezza della loro vita.

È una missione in cui spesso riesco a far ottenere loro i risultati desiderati, senza se e senza ma.

Penso ad esempio a Giovanna, una giovane donna piena di fascino e con un incarico professionale molto importante.

Bella e intelligente e, come molte donne belle e intelligenti, Giovanna era caduta vittima del fascino perverso di un uomo che conduceva una doppia vita.

Le aveva promesso di sposarlo – stavano già organizzando il matrimonio – e lei è venuta a sapere che lui aveva una famiglia in paese straniero.

Non soddisfatto di ciò, il simpatico signore ha tentato di diffamare Giovanna nel suo ambiente di lavoro e poi l’ha minacciata e le ha fatto stalking.

Che dire? Ora il signore si è “levato dalle scatole”, grazie al fatto che Giovanna ha riacquistato forza ed energia e lo ha affrontato con sicurezza, una sicurezza che ha messo lui K.O.

Non solo, ora Giovanna vive serena, con un senso di libertà mai provato prima.

Io non considero le crisi sentimentali come segnali di inadeguatezza o di fragilità particolare, ma come eventi della vita che possono accadere a chiunque, anche alle persone più forti ed equilibrate.

È in base a questo principio, la fiducia nelle tue risorse personali, quelle sulle quali puoi sempre contare, che ti accompagnerò passo passo attraverso questo percorso che è insieme di consapevolezza, di autonomia emotiva e di rinascita a una nuova vita.

Sarà un percorso in cui tutti ci troveremo alla pari, disponibili ad ascoltarci e a farci ascoltare, a metterci in gioco senza paura e con rispetto, per ottenere ciascuno il meglio per sé e la propria vita, con il sostegno reciproco.

E io non ti farò mai mancare la mia guida.

Come sempre, avrai un tuo spazio dedicato nell’area riservata del blog dove potrai monitorare il tuo percorso e ogni settimana avrai la possibilità ci confrontarti con calma e fiducia con te stessa mettendo nero su bianco i tuoi progressi.

    Quali sono i benefici per te di questo percorso?

    Questo percorso è un vero e proprio unicum nel panorama italiano.

    E probabilmente non solo italiano.

    Pensa ai benefici che otterrai con il corso:

    vivrai serena, tranquilla e in equilibrio

    Intanto già solo iniziandolo e partecipandovi ti sentirai più serena e tranquilla

    Recupererai la tua autostima

    Che magari si è persa per strada durante la relazione e la rottura

    Scopri la tua forza e riparti vincente

    Ti sentirai più importante ai tuoi occhi (e non solo ai tuoi)

    Dato che avrai superato un grande ostacolo per te e per la tua vita

    Tornerai a goderti l'esistenza e i piaceri della vita

    Potrai dire a te stessa: “Sono riuscita a superare questa situazione. Torno a vivere davvero!” 😉

    SARAI indipendente dal fascino dell'uomo con cui stavi

    Sarai estremamente consapevole di che cosa ti serve per star bene, senza dipendere da nessuno, semmai semplicemente riprendendo in mano parti del percorso e dei tuoi appunti.

    capirai te stessa e sarai più forte E PIù DETERMINATA

    Avrai sempre a disposizione una mappa pratica per capire te stessa e gli uomini che ti stanno accanto

    avrai più carisma e più fascino

    Affronterai le relazioni con altri uomini in modo più audace, con più carisma e più fascino.

    Metterai finalmente in moto la tua vita anche per trovare un nuovo amore

    Ora voglio dare una risposta a tutte le tue domande…

     

    Che cosa sto acquistando?

    Come già sai ho riunito in questo percorso tutto quello che io ho sperimentato essere utile per centinaia e centinaia di mie lettrici e clienti in anni di esperienza.

    Tutto quello che io ho sperimentato essere utile per me, in prima persona!

    Anzi è dalla mia personale risorsa di rinascere e rialzarmi e dalla mia personale forza di volontà e dagli strumenti che ho messo in pratica io che nasce questo percorso.

    Non voglio assolutamente fare anche lontanamente supporre che mi credo una superdonna.

    Sono consapevole delle mie grandi fragilità e forse nemmeno di tutte.

    Allo stesso tempo che cosa significa soffrire (e tanto) per la fine di una storia e so che cosa aumenta il dolore e invece che cosa lo attenua e lo cancella e ci porta a considerare la fine di una storia come un capitolo importante della nostra vita, della nostra esperienza di donne, ma finito.

    Un capitolo dal quale noi possiamo trarre nuova forza vitale per crescere e arricchirci come donne e come persone.

    Per essere di più.

    Ci sono indicazioni su come raggiungere uno stato d’animo e un atteggiamento mentale incline a vedere l’abbondanza nella vita e a raggiungerla, sia dal punto di vista del benessere materiale, sia emotivo e soprattutto sentimentale.

    Gli strumenti per arrivare dove vuoi e quello che meriti sono tutti qui a tua disposizione. Tu devi semplicemente applicarli poco per volta, passo passo, muovendoti in avanti, anche solo di un pezzettino, ogni giorno di più, sempre sotto la mia guida e con il sostegno della comunità delle altre partecipanti.

    Certo se non vuoi fare proprio niente, questo percorso non fa per te.  Non fa per te nemmeno se il tuo obiettivo è quello crogiolarti nel tuo dolore e di compiangerti o farti compiangere trovando ogni scusa per non muoverti e non agire.

    Io e la comunità saremo al tuo fianco e allo stesso tempo l’azione quotidiana dipende da te.

    Questo sempre, cara amica mia!

     

    Mi posso fidare?

    Qualsiasi sia il tuo passato e la tua storia sentimentale, tu ti meriti di vivere al 100% la tua vita fino alla fine dei tuoi giorni.

    Una vita piena di passione per il mondo, per gli altri, per te.

    Una vita anche accanto a una nuova persona, da amare e dalla quale farti amare.

    Basta immobilità e congelamento, procedi verso il meglio per te!

    Il percorso Come dimenticare una persona e ricominciare una vita alla grande. Il tuo viaggio verso serenità e gioia è nel mio stile: serio e attendibile, spesso ironico e spiritoso. Molto concreto e realistico. Tenero e umano. Soprattutto mette al centro te e la tua serenità personale, il tuo equilibrio e la tua tranquillità.

    Ti parlo da donna, da amica, da professionista che ha accumulato tante esperienze in molti ambiti e la cui missione principale è proprio quella di fornirti strumenti per vivere bene, trovando il tuo equilibrio e la tua autonomia per una sana vita indipendente e autonoma per darti a una sana vita di coppia. Con grande rispetto di te, dei tuoi bisogni e del tuo dolore

     

    Come posso seguire il percorso?

     I video li puoi vedere su tutti i dispositivi, come PC, tablet, smartphone. Gli audio si possono ascoltare da uno qualsiasi di questi dispositivi e così pure i materiali scritti su file PDF li puoi leggere comodamente attraverso questi strumenti o, se vuoi, puoi stamparli.

     

    Come posso pagare?

    Puoi pagare con carta prepagata, carta di debito, carta di credito: i pagamenti sono sicuri, la riservatezza totalmente garantita. Puoi pagare anche con un conto Paypal, se ce l’hai. E, anche se non hai un conto Paypal, puoi usare Paypal per pagare con la tua carta prepagata, la tua carta di debito, la tua carta di credito senza dover prenderti nessun impegno con Paypal, né ora, né mai. Puoi pagare anche con bonifico bancario. In tal caso chiedimi i dettagli a ilaria@lapersonagiusta.com. E’ tutto molto veloce e molto semplice.

     

     Nota bene: si tratta di un percorso a numero chiuso.

    Perché?

    Perché mi piace conoscere bene le persone con le quali lavoro di modo da poter dedicarmi con più attenzione a loro e dare loro un supporto su misura, per alleviare la loro sofferenza quanto prima.

    E allo stesso tempo accompagnarle con più facilità e velocità a vedere la luce nel loro presente e nel loro immediato futuro.

    Il percorso è di livello avanzato e riservato a clienti selezionate.

    Ciononostante ho voluto mantenere un prezzo di apertura a solo 97 euro, anziché 127 perché come ripeto spesso non solo detesto la sofferenza data da un amore finito o sbagliato, ma soprattutto non posso sopportare l’idea dello “spreco di vita”.

    Ecco perché voglio fare la mia parte anche nella proposta economica, offrendo uno sconto solo per questa volta e favorendo anche chi ha proprio bisogno di questo corso e non può aspettare ulteriormente.

    Perché il tuo benessere personale e l’uscire dall’immobilismo e dal dolore sono questioni prioritarie, anche per mettere ordine in tutto il resto della tua vita.

    Da persona saggia quale sei, considera che senza il tuo aiuto, personalissimo, non puoi venire fuori dalle “sabbie mobili” e quindi a fronte di tutto quanto io ti offro tu devi fare la mossa più importante, agire, cogliere l’opportunità.

     Io ti offro il meglio del mio lavoro e della mia esperienza, quello che ha dato risultati potentemente generativi a decine e decine di donne e le ha fatte rinascere a nuova vita.

    Ora è il momento che tu ti faccia un regalo, che tu ti muova in prima persona e dimostri di volerti bene o di desiderare ardentemente di scoprire come volerti bene.

    Già, adesso, proprio in un momento di difficoltà per te, che è allo stesso tempo un’occasione straordinaria per prendere coscienza e riprendere coscienza del tuo fascino, dei tuoi talenti, del tuo potere di attrazione.

    Agisci adesso, prima di perdere un’opportunità esclusiva e a un prezzo straordinario.

     

    Chi sono

    Ilaria Cardani, creatrice del blog www.lapersonagiusta.com. Da oltre dieci anni  aiuto donne intelligenti, sensibili e sincere a creare una connessione profonda con l’uomo giusto per loro, a vivere una vita piena e densa di significato e a esprimere se stesse e il proprio valore al cento per cento. 

    Se ne vuoi saperne di più, visita la mia pagina “Chi Sono”.

    Testimonianze 

    Cosa dice chi ha provato i miei percorsi.

    Buonasera Ilaria,

    Grazie per la lettura dell’articolo, sentire davvero le emozioni e le idee che descrivi ti rende autentica al di là dei naturali cambi di prospettiva che le diverse esperienze ci portano a fare. 

    Non so se è inappropriato ma di fronte a tanta sofferenza ed esasperazione delle persone che mi fanno provare paura, volevo condividere con te una bella notizia: ho trovato il mio primo vero lavoro! sto tornando nella mia città adottiva e ferita, a Milano, con una grinta che, soprattutto in questi giorni, è ancora più sentita perché completamente insperata…essere indipendenti è qualcosa che ricercavo da almeno due anni con fatica, ed ora che le persone che mi stanno davvero a cuore ne hanno più bisogno, sono riuscita in questo importante traguardo con una sicurezza personale, fiducia, e capacità di scelta che due anni fa non mi appartenevano lontanamente… volevo ringraziarti perché seguire il tuo blog mi ha molto aiutata in tutto questo! 

    Con affetto,

    Laura, 34 anni

    Non conoscevo Ilaria. L’ho trovata per caso una sera in cui ero molto disperata, facendo ricerche su internet per trovare qualche consiglio pratico. La mia ennesima storia finita sempre nello stesso modo. Tanto amore, almeno apparentemente, all’inizio e poi, terribile e inaspettato, il tradimento. Ma perché?! “Perché non riesco a trovare un uomo sincero e del quale potermi fidare?” Ho iniziato il percorso di Ilaria “Come fare innamorare un uomo e tenerselo” e ho scoperto tutti i miei errori (anche se lei non vuole assolutamente che li definiamo e riteniamo tali!). E ora, finalmente, sto vivendo tutta un’altra storia, con un uomo che mi merita davvero!

    Ylenia, 32 anni

    Cara Ilaria,
    è da un po’di tempo ormai che ti leggo e vorrei ringraziarti. Ho deciso di prendere in mano nuovamente la mia vita quando ancora ero in una relazione svalutante con una persona sbagliata per me (non sono una psicologa ma approfondendo, ho avuto forte motivo di credere che fosse un narcisista covert; una persona che fa credere di essere fragile e “speciale”, diversa dalle altre. Inutile dire altro, saprai più di me quello che riguardano “relazioni” del genere. Documentarsi mi ha aperto gli occhi). Sono convinta che nel momento in cui si prende coscienza di tutto questo, si hanno due scelte-a parte non
     rendersene proprio conto, di ciò- : arrendersi e vegetare in modo accondiscendente, oppure chiudere, combattere per la pripria felicità. Con le unghie e con i denti, lottare per la propria vita, perchè in quel momento si ha già perso tutto. Gli amici che ho voluto allontanare, la felicità sul lavoro, la propria autostima…c’è chi perde anche soldi, persone così ci risucchiano tutto quello che possono. Ma c’è sempre un barlume di senno dentro di noi che ci
    riporta alla realtà. Tutte le mattine prima di chiudere questa storia, piangevo sotto la doccia. Non ero consapevole di quello che mi succedeva, non ci sapevo dare un nome, ero semplicemente infelice. Ma si può vivere così? Quando sono riuscita ad allontanarlo, nonostante sentissi di amarlo ancora, sapevo di aver fatto la scelta giusta. Ha provato a gettar fango su di me con le persone che mi erano rimaste vicine, ma ormai avevo dato un nome al suo essere. La mia parte razionale mi ha salvata. Ero già più forte. Una delle cose che mi ha aiutata è stata confrontarmi in internet e aprire di nuovo la mente e il cuore, in sincronia. Per questo ti ringrazio, dare motivazione a chi ha la voglia e la forza di scavare dentro di sè per capire che meccanismi cambiare in sè stessi e smettere di cercare acqua in un pozzo secco, per dirla così… ecco, mi sa che ti salva la vita, dà il “la” per il cambiamento (con una metafora musicale; adesso ti confido che mi sorprendo pure a cantare!). Spero tu possa illuminare la strada di molte altre persone (uomo o donna, non conta il genere di un’anima quando ti trovi di fronte a storie del genere, si soffre tutti) e tu possa dare loro il coraggio di rialzarsi. Sempre. La vita è troppo bella per smettere di provare passione in quello che si fa. L’energia e l’entusiasmo li ho ritrovati, e sto filtrando tutte le persone valide per me dalla massa di rospi/broccoloni/morti di sesso o attenzioni che ci sono in giro (Dio, ci potrei scrivere una Treccani!). Credo che tu sia un’anima forte e coraggiosa, a tratti ribelle, anche se non ti ho mai incontrata, e penso che la tua vita non debba essere sempre stata facile. Ma le difficoltà temprano il carattere di chi ha la forza di guardare dentro sè e lottare contro l’abisso. Possiamo essere meglio, sempre. Grazie, con affetto

    Elettra, 42 anni

    Ciao Ilaria,
    Io ti devo ringraziare perché sei l’unica che è riuscita ad aprirmi veramente gli occhi! Nemmeno la psicoterapia mi ha aiutata così tanto.
    Ti seguo da qualche anno, tra articoli che pubblichi e pacchetti che ho acquistato e devo ammettere che inizialmente non capivo, sembrava tutto così ovvio nella mia testa, ma non lo era nei miei comportamenti. Poi un giorno, la lampadina! Stavo leggendo un tuo articolo quando una frase mi ha colpito dentro: “mettersi un gradino sotto gli uomini”. Da qui la svolta. Ho trovato tante risposte alle mie domande, sono e sto crescendo tantissimo come persona: non ho più quella pigrizia (che in realtà era ansia sociale), non ho più quella rabbia immotivata agli occhi degli altri che in realtà era frustrazione. Sono felice perché sto scoprendo come vivermi la vita. Ho incontrato la persona giusta? Ancora no, ma sto scoprendo me stessa e non mi ero accorta di quante qualità avesse (eppure la frequento da quasi 35 anni). Grazie anche al percorso “Vola” ho scoperto quanto mi sto volendo bene e di conseguenza quanto ne sto dando agli altri.
    In questi anni spesso sentivo quella paura di cadere e tornare quella di prima, ma più passa il tempo e più mi convinco che la vera me è questa. E sai cosa? Mi sto amando per la prima volta!
    Grazie a te perché mi hai fornito gli strumenti e senza conoscermi hai saputo comunque dirmi le parole di cui avevo bisogno per sbloccarmi.
    Ringrazio anche me perché pur avendo paura non ho mollato e so che non mollerò. Con affetto.

    Germana

    Buongiorno Ilaria, 

    da un anno e qualche mese ho iniziato a seguire il tuo bellissimo blog, 

    ero in un brutto momento dove non riuscivo a togliermi dalla testa un uomo (mania del controllo, faticavo a dormire, stress), dove avevo la sensazione di essermi persa e di vivere negativamente il mio percorso personale, e mi sentivo in imbarazzo con me stessa… un po’ cercavo scuse, un po’ mi cullavo nella sofferenza, e poi mi sentivo a disagio con gli altri, compresi gli amici. 
    oggi invece sto per concludere il mio lavoro di tesi, un lavoro che va un pochino oltre quanto richiesto per il titolo, ma capace di differenziarmi per le mie qualità personali e preferenze professionali. una bellissima soddisfazione, un lavoro che è completamente frutto della mia sensibilità, del mio impegno, della tenacia di sbagliare e ripartire, di ascoltare e assimilare quanto appreso. Un lavoro che mi ha messa a contatto con persone brillanti ed un relatore esigente e dalla personalità vivace, un riferimento per diversi professionisti del mio settore, (critico e curatore di design con un approccio trasversale alla disciplina). 
    volevo ringraziarti perché il percorso i 7 pilastri dell’attrazione è stato di grande aiuto a fare davvero pace con me stessa, a controllare meglio le relazioni con gli uomini, con la mia famiglia, ed in generale con gli altri. davvero, grazie!
    P.S. credo di aver intercettato un ragazzo che può essere un uomo di valore, un po’ alla volta cercherò di capire se siamo due persone che si trovano bene l’una con l’altra, nessun principe azzurro all’orizzonte, però un uomo che si impegna moltissimo nel suo lavoro, che ama costruire e fare le cose, che non mi manipola, sicuro di sé, ma forse troppo sulle sue… chissà.
    Michela, 38 anni

    Salve Ilaria, salve lettrici e lettori.

    Sono una ragazza molto giovane e seguo questo blog assiduamente da circa tre anni. Ilaria, lei ha l’età dei miei genitori e leggendo i suoi articoli ho avuto l’occasione di apprendere più di quanto si possa fare in un intero corso universitario. Seguo il suo blog non perché sia interessata a costruire una relazione d’amore ma perché mi sento ispirata a lavorare per essere io per prima la persona giusta. Il mio desiderio è essere la persona giusta per me, per la mia vita.

    Sono una studentessa di disegno e storia dell’arte, può immaginare quanto io approvi ciò che lei scrive circa la creatività, l’impegno, istaurare un buon rapporto con i fallimenti e la ricerca di indipendenza. Il suo blog può essere considerato dai più come un blog sulle relazioni affettive e nulla più. Io ci vedo una forte volontà di divulgazione concetti a dir poco femministi. Parliamo di femminismo sano, quello che giova a tutti senza distinzione di genere o altro

    Elena, 24 anni,

    studentessa, Cagliari

    Salve Ilaria, salve lettrici e lettori.
    Sono una ragazza molto giovane e seguo questo blog assiduamente da circa tre anni. Ilaria, lei ha l’età dei miei genitori e leggendo i suoi articoli ho avuto l’occasione di apprendere più di quanto si possa fare in un intero corso universitario. Seguo il suo blog non perché sia interessata a costruire una relazione d’amore ma perché mi sento ispirata a lavorare per essere io per prima la persona giusta. Il mio desiderio è essere la persona giusta per me, per la mia vita.
    Sono una studentessa di disegno e storia dell’arte, può immaginare quanto io approvi ciò che lei scrive circa la creatività, l’impegno, instaurare un buon rapporto con i fallimenti e la ricerca di indipendenza. Il suo blog può essere considerato dai più come un blog sulle relazioni affettive e nulla più. Io ci vedo una forte volontà di divulgazione concetti a dir poco femministi. Parliamo di femminismo sano, quello che giova a tutti senza distinzione di genere o altro.
    “Perché la dipendenza affettiva, nessuno me lo toglie dalla testa, è frutto di quel sentirsi una nullità, quel messaggio instillato per secoli nella mente delle donne, considerate inferiori e incapaci a provvedere a se stesse.”“Il fatto è che devi essere convinta, fortissimamente convinta, che da sola ce la puoi fare.”

    Un saluto

    Franca

    Catania

    Ciao Ilaria,

    Spero che tu stia passando le tue giornate nel modo più sereno possibile. Almeno, questo è il messaggio che mi arriva dalle teleconferenze. Sei una donna tosta, centrata e di grande umanità. Ti stimo molto.
    Vorrei ringraziarti per il lavoro che svolgi giorno per giorno, sia tramite il blog – che è proprio un diario di viaggio per me – sia tramite le video-conferenze. 
    Credo fortemente che il tuo lavoro dovrebbe essere considerato di pubblica utilità, soprattutto per via del tantissimo materiale disponibile a tutti, e senza dubbio sta aiutando molto me nella mia crescita personale.
    Grazie mille.
    Buona weekend,
    Selene

    Ciao Ilaria!
    Come stai? Spero tutto per il meglio!
    Ti scrivo per avere mie notizie, non mettendo in dubbio che la cosa sia gradita. 🙂
    Io sto bene, me la passo bene tra giornate alte e altre meno alte, come è normale che sia. Lavoro molto, risolvo tanti problemi legati al lavoro come giustamente accade avendo un lavoro.
    Quest’ anno lavorerò un po’ di più perché come obiettivo ho quello di prendere il mutuo del locale dove ho l’attività (proprio giovedì ho l’appuntamento con il direttore in banca). Ho un commercialista giovane, pieno di energie e caparbio che mi segue sulle varie faccende, e penso e spero di farcela.
    Sentimentale parlando non ho relazioni, mi sento molto più conscia di me stessa, libera. A volte mi manca avere una relazione, altre volte no. Ho avuto qualche storia di sesso, ho respinto pretendenti che volevano relazioni serie, sono diventata un’amica che invece di parlare delle proprie relazioni sentimentali, ascolta un po’ di più l’altro. Non mi lamento.
    Ho cambiato l’indirizzo dell’Università e ho preso economia aziendale alla sapienza, corso telematico.
    Ci sono appelli d’esame ogni 2 mesi circa, ho tutto il materiale online, un’app aggiornata in tempo reale, tutor che rispondono alle mail in meno di un’ora. Devo ancora lavorare sull’organizzazione e sui tempi.
    Certo, non è magicamente tutto risolto ma procedo a piccoli passi.
    Spesso ti penso e leggo il blog, qualche volta mi capita di trovarmi sotto gli occhi qualche mail nostra passata e mi viene l’ansia per come stavo e cosa passavo. Ma come si dice, tutto bene quel che finisce (o procede) al meglio.
    Ti ringrazio per avermi letta e per i nostri colloqui passati che mi hanno aiutata, sappi che sono invidiosa di tutta la conoscenza che possiedi! 🙂

    Giorgia, 36 anni

    Ehi Ilaria grazie mille per i consigli che mi hai dato sono molto utili ne farò tesoro, spero di risentirci presto.

    Un bacio.

    Simona, 46 anni,

    avvocato, Roma

    Pin It on Pinterest

    Share This